Come scaricare in 4 semplici passi con i torrent? (Mac & Win)

I torrent sono uno dei modi più rapidi per ottenere file via internet, specie di grosse dimensioni.

I torrent sono uno dei modi più rapidi per ottenere file via internet, specie di grosse dimensioni.

Questa miniguida si pone l’obiettivo di spiegare in semplici passi come scaricare file utilizzando il sistema dei .torrent sul proprio Mac o PC.

Ogni file scaricato attraverso i torrent ha una storia precisa: ricerca attraverso motori per torrent, scaricamento file .torrent interessato, scaricamento file interessati aprendo il file .torrent scaricato con un client torrent.

Passo 1: Formulare la corretta chiave di ricerca per il nostro materiale.

Quando vogliamo scaricare qualcosa da internet ma non sappiamo dove e come è sempre utile formulare una richiesta chiara e sintetica al motore di ricerca in questione, che esso sia Google o altri. Nel caso dei torrent la questione non cambia, anzi diventa ancor più importante, in quanto è facile che alla nostra erronea richiesta il motore di ricerca non mostri alcun risultato valido o peggio non mostri proprio alcun risultato.

→ Se cercate del materiale italiano il cui nome contiene lettere accentate, provate a cercarlo sia con le lettere accentate e le relative non accentate.

→ Se cercate del materiale che potrebbe essere disponibile in più lingue aggiungete oltre alle parole chiave identificative del materiale che cercate anche “ITA” o più raramente potrebbe essere “IT”.

→ Solitamente se trovate la dicitura “MULTI5” le lingue disponibili per quel materiale sono francese, inglese, italiano, spagnolo, tedesco.



Passo 2: Usare più motori di ricerca torrent.

Come quando chiediamo un parere, ci informiamo da più persone, competenti o meno, anche nella ricerca dei torrent ci muoveremo così. Parola d’ordine è quindi interrogare più motori di ricerca. I più popolari:

isoHunt in particolare è adatto alla ricerca di file immagine di dischi.

Per utilizzare Google come motore di ricerca per torrent anteporre “ext:torrent” alle parole chiave utilizzate.Od in alternativa digitare la parola “torrent” insieme al titolo del file richiesto.

Passo 3: Scegliere il torrent “migliore”

Mininova mostra chiaramente il numero di Seeders e Leechers.

Mininova mostra chiaramente il numero di Seeders e Leechers.

Una volta date in pasto al motore di ricerca le nostre parole chiave, si otterranno dei risultati, quali i migliori?

I parametri da guardare sono essenzialmente 2: Seeds, Leechers.

Il numero di Seeds (SE) indica il numero di utenti che hanno completato lo scaricamento dei file compresi nel torrent e che li mettono a disposizione per l’upolad degli altri utenti. Quindi in parole povere, più Seeds ci sono meglio è.

Il numero di Leechers (LE) indica il numero di utenti che stanno scaricando i file del torrent ma non lo hanno completato.
(questo è il significato di leechers che a noi interessa, ma la parola ne possiede più di uno) Quindi per quanto riguarda il nostro download, avere a disposizione molti leechers non ci avvantaggia se sono pochi i seeders, ma può risultare comunque un fattore positivo.

Passo 4: Avviare lo scaricamento

Una volta scelto il torrent che vogliamo, scarichiamolo e apriamolo con un programma in grado di gestire i .torrent, detto anche client torrent.

4.Windows

I client torrent disponibili per Windows sono parecchi, personalmente l’autore di quest’articolo apprezza molto la leggerezza e funzionalità di μtorrent o utorrent, e considerato che questo articolo non tratta di quale client sia il migliore, proseguiamo con la rapidissima spiegazione. utorrent si può scaricare online da www.utorrent.com e installare come un qualsiasi altro programma.

Una volta salvato sul disco fisso il file .torrent del torrent desiderato e aperto con utorrent non rimarrà altro che aspettare che il download proceda.

4.Mac

I client torrent per Mac sono meno numerosi, ma non per questo meno validi. L’autore dell’articolo predilige Vuze, reperibile da www.vuze.com, ma visto il grosso uso di risorse e l’interfaccia non propriamente a portata di mano, si consiglia anche transmission scaricabile da www.transmissionbt.com. Come su PC anche su Mac, una volta aperto il file .torrent appena scaricato con il vostro client torrent non vi rimarrà che attendere la fine del download.

PiccolaNota: il sistema torrent è soprattutto utilizzato per file di grosse dimensioni. Inoltre talvolta soffre di eccessiva temporaneità nella disponibilità dei file, può capitare infatti di non trovare file non troppo recenti.


immagine: http://www.flickr.com/photos/peupleloup/905259297/
fonti: http://en.wikipedia.org/

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *